Della Cappella Musicale “Sistina” e del Pontificio Istituto di Musica Sacra

CITTA’ DEL VATICANO, venerdì, 6 marzo 2009 (ZENIT.org).- Per aiutare le persone di tutto il mondo a vivere lo spirito di raccoglimento proprio della Quaresima, la Santa Sede ha pubblicato su Internet composizioni sacre proprie di questo periodo liturgico.

In una sezione quaresimale speciale, è possibile ascoltare inni liturgici eseguiti dalla Cappella Musicale “Sistina”, il più antico coro di questo genere, che da secoli interpreta tutte le parti musicali nelle celebrazioni liturgiche del Vescovo di Roma.

La pagina offre cinque inni quaresimali, con testo e musica, tra cui “M’invocherà e io l’esaudirò” e “Signore, mostrami il tuo volto”.

Monsignor Giuseppe Liberto, direttore della Cappella Musicale “Sistina”, in una recente conversazione con Renzo Allegri pubblicata da ZENIT ha spiegato che questa musica non è stata composta “per un concerto o per uno spettacolo. Queste musiche nascono per la liturgia”. Per questo, osserva, non la definisce “musica sacra”, preferendo l’espressione “musica santa” (cfr. ZENIT, 26 febbraio e 27 febbraio 2009).

La pagina web quaresimale del Vaticano offre anche brani interpretati dal Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma, istituzione accademica e scientifica eretta dalla Santa Sede e presieduta da monsignor Valentín Miserachs Grau.