di Santosh Digal
Già numerose le richieste per andare in Israele durante la visita di Benedetto XVI. Il dipartimento degli affari Esteri di Manila si è accordato con l’ambasciata d’Israele. Pronto un piano speciale per facilitare il viaggio dei pellegrini che partiranno da Manila.

Manila (AsiaNews) – Molti cattolici filippini si preparano ad andare in Terra Santa per seguire il pellegrinaggio del papa. Il dipartimento degli affari esteri (Daf) di Manila afferma che, dopo l’annuncio ufficiale del pontefice, le richieste di informazioni per viaggiare dalle Filippine in Israele sono aumentate.
Per un accordo tra i due Stati ai cittadini filippini non è chiesto di ottenere visti in anticipo. In media circa 6mila filippini visitano ogni anno la Terra Santa. In vista dell’aumento di richieste per il periodo di maggio, in cui Benedetto XVI compirà il suo pellegrinaggio in Giordania, Israele e Palestina, il Daf ha comunicato l’intenzione di mettere a punto un piano speciale per i pellegrini. L’ambasciata di Tel Aviv ha confermato che anche per il periodo in cui il papa sarà in Terra Santa restano immutate le condizioni di viaggio per i cittadini filippini.

La rappresentanza diplomatica israeliana afferma che “per assicurare che questi pellegrini non incontrino problemi per la loro visita, chiediamo di comunicarci i nomi di chi intende visitare Israele con pellegrinaggi organizzati dalla Chiesa, così da permettere all’ambasciata di rilasciare una certificazione che faciliterà la loro ammissione in Israele”.