Offre “l’opportunità di rinnovare il ministero sacerdotale in tutto il Paese”

DUBLINO, domenica, 25 aprile 2010 (ZENIT.org).- I Vescovi d’Irlanda si preparano a ricevere la visita, dal 25 al 29 aprile, delle reliquie di San Giovanni Maria Vianney, patrono dei parroci, nel contesto dell’Anno Sacerdotale.

Il presidente della Commissione episcopale irlandese per il clero, monsignor Philip Boyce, ha ricordato in un comunicato che il Papa “ha espresso la sua speranza che l’Anno Sacerdotale sostenga la fedeltà e la santità dei sacerdoti e approfondisca il loro impegno nei confronti del rinnovamento interiore per una testimonianza più intensa e decisiva del Vangelo nel mondo di oggi”.

“Gli episodi vergognosi emersi di recente hanno provocato grandi scandali e sofferenze – ha sottolineato il Vescovo –. Quest’Anno, quindi, offre ai laici e ai religiosi la possibilità di diventare vero popolo di Dio”.

Le reliquie verranno esposte in quattro città in altrettanti giorni diversi, dedicati a vari temi: questa domenica visiteranno Cork (“Le vocazioni al sacerdozio”); lunedì Dublino (“La portata sociale del Curato d’Ars”); martedì Knock (“Il sacramento della riconciliazione”); mercoledì Armagh (“L’Eucaristia e la leadership pastorale”).

I Vescovi d’Irlanda sperano che la visita delle reliquie del Santo Curato d’Ars “sia un momento di grazia e di rigenerazione ed esorti i fedeli a pregare davanti alle reliquie nelle chiese scelte in base alle quattro province ecclesiastiche d’Irlanda”.

A loro nome, monsignor Boyce ha affermato che l’iniziativa offre “l’opportunità di rinnovare il ministero sacerdotale in tutto il Paese”.