Lo svedese Lars Vilks colpito in faccia mentre teneva una  lezione universitaria

MILANO – Il disegnatore svedese Lars Vilks, noto per aver pubblicato vignette blasfeme raffiguranti Maometto, è stato aggredito e ferito mentre stava tenendo una lezione universitaria in Svezia. Un ragazzo è corso verso l’artista e l’ha colpito con una testata in faccia.

TUMULTO – Da alcuni anni Lars Vilks riceve diverse minacce di morte ed è sotto la protezione della polizia, dopo essere diventato famoso per le controverse vignette raffiguranti il profeta Maometto. Martedì l’artista svedese è stato aggredito ad una conferenza nell’università di Uppsala; stava tenendo una lezione davanti a circa 250 studenti proprio sui limiti della libertà artistica. Un ascoltatore si è alzato improvvisamente dalla prima fila e si è scagliato contro Vilks. Nel tumulto altre tre persone si sono gettate sul disegnatore, come evidenzia un video dell’episodio. Poco prima l’artista stava mostrando ai presenti un film provocatorio di una coppia di uomini nudi con delle maschere di Maometto in espliciti atti sessuali, riferisce l’agenzia di stampa svedese TT. Fin da subito alcuni del pubblico hanno cominciato a protestare alzando la voce, poi d’improvviso un uomo è corso verso l’artista e l’ha colpito con una testata rompendogli gli occhiali, senza però procuragli ferite gravi. L’artista è sotto choc. Nel caos è rimasto ferito anche un poliziotto della scorta. Due persone sono state successivamente fermate, hanno comunicato le forze dell’ordine.

VIGNETTE E MINACCE – Vilks aveva pubblicato nel 2007 una vignetta raffigurante Maometto con il corpo di un cane. Disegno che è all’origine del presunto complotto per ucciderlo, scoperto due mesi fa in Irlanda. Il quotidiano svedese Dagens Nyheter (DN), aveva dedicato recentemente alla questione parte del giornale: «Lars Vilks non è solo in questo conflitto. Una minaccia contro di lui è, di fatto, una minaccia contro tutti gli svedesi». Negli Usa un’islamista è in custodia cautelare da marzo, perché avrebbe pianificato l’assassinio dello svedese. Nella vicina Danimarca, il caricaturista Kurt Westergaard è stato invece bersaglio di un tentato omicidio nel giorno di Capodanno. Un 28enne, legato alle organizzazioni integraliste islamiche, si era introdotto nella sua abitazione armato di accetta e coltello. Il disegnatore era riuscito a salvarsi chiudendosi e barricandosi in una stanza e riuscendo a chiamare polizia. Nel 2005 Westergaard aveva disegnato Maometto con le bombe nascoste nel turbante per il giornale danese Jyllands-Posten.

Elmar Burchia