Sveglia Europa! Siamo diventati terra di conquista degli integralisti, estremisti e terroristi islamici con cittadinanza europea non solo senza rendercene conto ma addirittura aiutandoli, giustificandoli e persino condividendo la loro diabolica strategia volta a ridurci ad adoratori del loro Allah! Ormai il nemico pubblico della nostra civiltà laica e liberale dalle radici giudaico-cristiane, l’aspirante carnefice di tutti noi che non crediamo nel Corano e in Maometto, non solo è radicato dentro la nostra casa comune con una rete incontenibile di moschee, scuole coraniche, enti finanziari ed assistenziali islamici, tribunali sharaitici, ma è formalmente dei nostri, cittadino europeo al pari di noi, anche se di fatto ci odia al punto da legittimare il nostro massacro.

Solo quando all’improvviso sopraggiunge un terremoto, quale l’attentato alla scuola ebraica di Tolosa il 19 marzo costato la vita a trebambini e a un giovane rabbino, siamo costretti a uscire dal torpore ideologico del relativismo, buonismo e islamicamente corretto. Il trauma è ancor più dirompente quando si scopre che l’attentatore è anche lui un giovane francese che, prima ha subito un lavaggio di cervello nelle moschee locali, poi ha completato la sua formazione di terrorista islamico in Afghanistan e in Pakistan, infine ha consumato la follia omicida nei confronti degli ebrei che, al pari dei cristiani, degli infedeli e degli apostati, devono essere sterminati quali nemici dell’islam.

Così come non può non sconcertare l’attentato contro la moschea sciita a Bruxelles lo scorso 12 marzo, andata distrutta dalle fiamme, costato la vita all’imam, situata nel quartiere di Anderlecht a maggioranza islamica. Bruxelles, considerata la capitale dell’Unione Europea che ha elevato l’euro al dio supremo, è l’emblema della conquista islamica avendo ormai una popolazione che tra il 20 e il 25% è musulmana. Finora gli attentati contro le moschee sciite da parte di terroristi sunniti, anche suicidi, si verificano in Iraq, Afghanistan e Pakistan. Ebbene ora accade anche a Bruxelles!

Sempre dal Belgio era partita per Amsterdam lo scorso 7 dicembre una spedizione punitiva di un commando di Sharia4Belgium che fece irruzione in un convegno patrocinato dalla European Foundation for Democracy, con la presenza della scrittrice Irshad Manji e del deputato olandese Tofik Dibi, entrambi musulmani moderati, accusati pubblicamente di apostasia che si traduce nella loro condanna a morte. Nel loro sito Sharia4Belgium ha profetizzato la sottomissione dell’Europa all’islam:
“Così come in passato i musulmani hanno salvato l’Europa dalle tenebre, ora noi vogliamo fare parimenti. Ora abbiamo la giusta soluzione per tutte le crisi e questa è l’osservanza della legge divina, la sharia. Vogliamo che venga introdotta la sharia in Belgio. Invitiamo quindi la famiglia reale, il parlamento, l’aristocrazia e ogni residente in Belgio a sottomettersi alla luce dell’islam. Salvate voi e i vostri figli dal doloroso castigo dell’aldilà e garantitevi la vita eterna in paradiso”.

Ugualmente ha avuto vita brevissima la notizia dell’arresto a Brescia il 15 marzo di un giovane ventenne marocchino che risiede nel nostro Paese dall’età di sei anni, arrestato perché coinvolto in attività di addestramento all’uso di armi e di esplosivi per finalità di terrorismo attraverso Facebook. Il ministro dell’Interno Cancellieri si è affrettata a rassicurare che nulla è cambiato sul piano della sicurezza.

La verità è che tutto è cambiato in quest’Europa cieca, vile, irresponsabile e connivente con i carnefici islamici. Dopo aver favorito l’avvento al potere di regimi estremisti islamici dal Marocco allo Yemen, ora stiamo collaborando con i Fratelli Musulmani e con Al Qaeda per scalzare la dittatura laica di Assad abbandonando due milioni e mezzo di cristiani siriani che finiranno o per sottomettersi alla futura tirannia islamica o ad abbandonare la loro terra. Non solo foraggiamo il nemico alle porte di casa nostra, ma ci odiamo a tal punto da sostenerlo anche dentro casa nostra. Sveglia Europa! Liberiamoci dal relativismo, dal buonismo e dall’islamicamente coretto prima di ritrovarci sudditi dei fanatici di Allah dentro casa nostra!

Magdi Cristiano Allam