di Leone Grotti di www.tempi.it

La Corte d’appello del Nuovo Galles del sud (Sidney) ha annullato l’obbligo di registrare una persona negli atti legali come uomo o donna. Si potrà richiedere la dicitura “imprecisato” nel campo “sesso”

australia-norrie-neutroL’australiana Norrie May-Welby è la prima «persona neutra» al mondo. Dopo tre anni di battaglia legale, la Corte d’appello del Nuovo Galles del sud (Sidney) ha annullato l’obbligo di registrare una persona negli atti legali come uomo o donna. Sulla carta di identità, certificato di nascita, morte e matrimonio oltre a maschio o femmina chiunque potrà richiedere la dicitura “imprecisato” nel campo “sesso”.

MASCHIO-FEMMINA-NEUTRO. Norrie May-Welby, uomo di 52 anni, che a 28 ha deciso di cambiare sesso con un’operazione chirurgica, non riconoscendosi più come donna, ma non sentendosi neanche uomo, ha chiesto di essere indicata come “persona neutra”, «senza alcuna identificazione sessuale, perché non mi sentivo più a mio agio con una identità unicamente femminile». Norrie, che si definisce «androgino anarchico», ha vinto la sua battaglia tre giorni fa con lo Stato del Nuovo Galles del sud.

SESSO NON È BINARIO. L’avvocato dell’uomo/donna/neutro esulta: «È la prima volta che si riconosce ufficialmente che il sesso non è binario, maschio o femmina. Questa sentenza crea un precedente importante». Norrie concorda: «È veramente importante che una specifica identità sessuale non sia forzata su nessuno. Anni dopo l’operazione è sorto il problema dei documenti: dichiarare di essere uomo era in contraddizione con il fatto di essere castrato e con le mie movenze femminili. Dire di essere donna rischiava di farmi arrestare per falso. La soluzione più semplice era quella di non avere alcuna identificazione sessuale sui documenti».