In Inghilterra un ragazzino ha chiesto e ottenuto di farsi operare, ma adesso i compagni lo prendono in giro

LONDRA- Tre mesi di vacanze. E quando tornano tra i banchi di scuola, spesso e volentieri, notano i cambiamenti tra di loro: la pubertà che avanza per le femmine. La crescita (soprattutto in altezza) per i maschi. Ma quello che si sono trovati davanti i ragazzini di una scuola nel sud dell’Inghilterra era un cambiamento di tutt’altro genere. O meglio, radicale. Già perché Mark (il nome è di fantasia), 12 anni, si è presentato il primo giorno di scuola con un vestito e i capelli lunghi. E soprattutto con un nome diverso. Un nome da femmina. Ovviamente, tutto in accordo con i genitori. Solo che i compagni non l’hanno presa bene: hanno cominciato a prenderlo in giro. A fare domande molto delicate. La situazione è diventata insostenibile, tanto che gli insegnanti hanno dovuto fare un consiglio di classe straordinario, in cui è stata spiegata la situazione. Mark diventerà una ragazza. E le reazioni sono state le più diverse. Alcuni sono usciti dal consiglio in lacrime. Altri molto infastiditi.

LA SCUOLA– Ad arrabbiarsi sono state soprattutto le famiglie. «Se ci avessero avvisati, avremmo parlato con i nostri figli e spiegato meglio la vicenda. Invece sono stati loro a dirlo a noi», spiega un rappresentante al quotidiano The Sun. «Per tanti studenti è stato uno choc emotivo». I genitori della ragazza contavano sul fatto che non l’avrebbero riconosciuta. Si sbagliavano. E la voce, nell’istituto di oltre mille studenti, è girata in un attimo. Incomprensione che si è trasformata in rabbia. La ragazzina non va a scuola da un paio di giorni. «Per la sua sicurezza», dicono gli insegnanti.

L’OPERAZIONE- Per la giovane questo è un momento molto delicato. Deve infatti affrontare l’operazione per cambiare sesso e prendere molte medicine, tra cui ormoni. Le reazioni, in Inghilterra, sono le più diverse. Ma David Hawley, consulente per transgender, ha lodato «la forza di carattere, perché non è da tutti affrontare una scelta del genere così giovane». In ogni caso, non è chiaro dove si farà operare. La legislazione inglese vieta la somministrazione di ormoni fino al termine della pubertà. Se aggira la legge potrebbe diventare il più giovane transessuale del mondo.


18 settembre 2009 Corriere della Sera