La deputata del Pdl a tempi.it: «È la sinistra dei diritti: vuole il matrimonio omosessuale ma toglie la libertà d’espressione». 

eugenia_roccella«Questa è la sinistra dei diritti: si vuole concedere il diritto ai gay di sposarsi, ma si toglie agli altri il diritto di espressione». Le parole di Eugenia Roccella, deputata del Pdl intervistata da tempi.it, lanciano la manifestazione di oggi che a Roma radunerà di fronte all’ambasciata francese di Piazza Farnese alcuni parlamentari del Popolo delle Libertà (Maurizio Sacconi, Carlo Giovanardi, Beatrice Lorenzin, Barbara Saltamartini, oltre alla Roccella stessa) e tanti giovani del partito, nel giorno in cui a Parigi viene approvata la legge che accorda alle coppie omosessuali la possibilità di unirsi in matrimonio e di adottare figli.

NEGATA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE. «Non sarà però nello specifico una protesta contro il governo francese per quel disegno di legge», spiega ancora Roccella. «Non entriamo nel merito di quel testo: oggi ci troveremo solo per far sentire la nostra solidarietà al popolo transalpino, che viene privato della libertà di esprimere il proprio pensiero e manifestare pacificamente». Difficile dimenticarsi quanto successo nelle ultime settimane a Parigi, a margine dell’approvazione della legge Taubira: l’arresto dei 67 giovani che manifestavano pacificamente contro il matrimonio omosessuale nella capitale, l’impedimento ad alcuni deputati dell’opposizione di accedere all’Assemblea Nazionale dopo le proteste e, infine, il fermo di Franck Talleu, l’uomo fermato ai giardini del Lussemburgo di Parigi, semplicemente perché indossava una felpa con il simbolo della Manif Pour Tous. «Non c’era nulla di provocatorio. Lo sa che quel disegno è simile a quello usato da una famosa compagnia telefonica per promuovere una tariffa famiglia? Cosa dovranno fare, sostituirlo? La verità è che Hollande ha paura».

Giù le mani dalla famiglia, il sit-in a Roma
Manif roma farnese 2
Giù le mani dalla famiglia, il sit-in in Piazza Farnese a Roma cui hanno partecipato anche alcuni parlamentari del Pdl. Nella foto, tratta da twitter, si vede Eugenia Roccella
Foto da twitter
Foto da twitter
Maurizio Sacconi, Carlo Giovanardi,Eugenia Roccella, Maurizio Gasparri, Domenico Gramazio. Foto da twitter

«MINACCIA ANCHE IN ITALIA». In piazza quindi contro quelle forze politiche libertarie che si fanno portavoci dei diritti per tutti, anche per gli omosessuali di sposarsi, ma che calpestano in questo la possibilità che spetta a ogni cittadino di esprimere il proprio pensiero. Forze che stanno trasformando la Francia, ma che minacciano anche l’Italia. La manifestazione continua infatti quanto fatto in campagna elettorale da alcuni deputati del Pdl e dal comitato “Giù le mani dalla Famiglia” contro le proposte avanzate dal centrosinistra per favorire l’introduzione delle unioni civili in Italia: «Alla fine ciò cui si vuole arrivare anche qui è concedere il matrimonio ai gay», chiude la Roccella. «E quindi scardinare il matrimonio tra persone di sesso diverso: è considerata un’istituzione secolare. Se non fosse che la sinistra non è riuscita ad andare al Governo ci sarebbe stato da preoccuparsi anche per il nostro paese».