Veniamo a conoscenza di questa campagna scelta dalla Regione Toscana per la campagna di comunicazione contro l’omofobia (dal titolo «L’orientamento sessuale non è una scelta»), patrocinata dal Ministero per le Pari Opportunità.

Campagna che ha visto il plauso della comunità Gay militante e la critica transpartitica di diversi  esponenti del mondo politico. In particolare il presidente nazionale del Movimento per la Vita, Carlo Casini “il fatto che un bimbo appena nato, superstite della grande discriminazione che ha ucciso a milioni con l’aborto e la sperimentazione distruttiva tanti suoi simili prima della nascita, sia adottato come testimonial contro la inesistente discriminazione verso agli omosessuali, è estremamente urtante. Qualificare di omosessuale un bimbo che non ha alcuna possibilità di manifestare tendenze sessuali – sostiene – è una violenza e una inaccettabile discriminazione, a danno dei più piccoli e dei più deboli”.

Ma la cosa più meschina e peggiore è quella di cercare di sdoganare un falso etico e scientifico e cioè che omosessuali si nasce. Poiché si vuole legittimare uno stato di fatto di alcune persone e alcuni desideri disordinati sociali ed etici di altri, si cerca un fondamento etico e scientifico.

Non potendolo avallare per via di ragione si usano campagne slogan. Con il patrocinio del Ministero delle Pari Opportunità, il quale pur di imbonirsi le comunità gay militanti e di rubare alla sinistra la fetta “progressista” si svende e svende anche i neonati, e la loro dignità.

Se deve creare sdegno i festini di Arcore questo deve far cambiare mestiere totalmente a chi sta al Ministero delle Pari Opportunità.

Non è questo il modo di aiutare le persone omosessuali e la loro dignità. Nè il mezzo di un neonato può garantire il fine per sdoganare una falsità etica e scientifica.

Curioso che il progressismo qualche giorno prima desidera far fuori i concepiti perché hanno “meno diritti” e qualche tempo dopo “usa” i neonati per propagande scorrette e militanti.

Questa la vera innocente e discriminata: la vita nascente. Tutto il resto è ideologia e pessima politica e, purtroppo, il segno di una inesistente formazione etica di chi presiede questo ministero.

da www.zammerumaskil.com