da Avvenire.it

 Dal prossimo primo giugno sarà permanente l’ostensione del corpo di san Pio da Pietrelcina nella chiesa inferiore a lui intitolata a San Giovanni Rotondo. Sarà il prefetto della Congregazione delle cause dei santi, cardinale Angelo Amato, a presiedere la celebrazione eucaristica per l’inizio dell’esposizione.

La notizia è stata annunciata dall’Ufficio stampa dei Frati minori cappuccini della Provincia religiosa Sant’Angelo e padre Pio.

L’unica ostensione delle reliquie del frate delle stimmate si è tenuta dal 24 aprile 2008 al 24 settembre 2009. Insieme con il cardinale Amato – è detto in una nota – “giungeranno in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo, per venerare le spoglie del santo, tutti i collaboratori che prestano il loro servizio presso il Dicastero”.

Concelebreranno la funzione dell’ostensione l’arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, monsignor Michele Castoro; l’arcivescovo segretario della medesima Congregazione, monsignor Marcello Bartolucci e numerosi sacerdoti, cappuccini e diocesani.

Il corpo di san Pio da Pietrelcina resterà nello stesso luogo, cioè nell’intercapedine del plinto centrale della chiesa inferiore, custodito in un’urna di vetro.