di Ruvido da http://ilcorsivoquotidiano.net

Avverto che partirò da lontano, l’impatto psicologico potrebbe essere piuttosto forte …ma tant’è.

Sicuramente su Monti nello specifico ha fino ad ora meglio argomentato, in modo concreto e coraggioso, Paolo Barnard, un giornalista scomodo e disallineato che ha avuto l’audacia di affermare motivandolo che “…Monti è un bugiardo criminale…” http://www.youtube.com/watch?v=hnqzhhaRDGE

E’ appunto da Paolo Barnard che voglio partire il quale propone diversi fatti reali seppur riferiti a questioni immateriali. In primis quello della creazione del danaro dal Nulla, che rappresenta senz’altro un aspetto rilevante ma comunemente ignorato dalle Masse. Di fatto il Danaro è di per sé Nulla in quanto gli è stato tolto il corrispondente Valore fisico in oro che lo rappresentava fino agli anni 70, ma sarebbe più preciso dire fino agli anni 30. Diciamo che il Danaro detiene Valore perché la Massa è stata indotta a riconoscerlo e fino ad ora, è semplicemente carta… ma ancora per poco. Questo Valore da diversi decenni è stato creato artificialmente da parametri macroeconomici e da opinabili valutazioni di agenzie di rating.
Quindi niente osterebbe al fatto che il Danaro potrebbe essere prodotto in quantità. Tuttavia è fortemente discutibile, come sostiene Barnard ed altri economisti, che attraverso l’ ipergenerazione di danaro si risolva il problema della povertà o della crisi in generale e questo sarà evidente al termine della esposizione.

Barnard pone poi un altro problema oggettivo: ovvero il fatto che l’Euro NON è una moneta sovrana e che gli Stati d’Europa hanno perso la loro sovranità.
Che la sovranità sia persa è senz’altro un fatto di cui ci si accorgerà meglio nel breve-medio periodo quando il processo di accumulazione del Capitale spingerà ancor di più l’efficienza ai massimi livelli eliminando Province, Regioni ma anche gli Stati stessi. Comunque queste entità astratte rappresentative dei popoli saranno enormemente ridotte nella numerosità dei loro rappresentati e serviranno, in un futuro più o meno breve, semplicemente a salvare un formalismo democratico che si andrà via via, perdendo nel tempo. Questo è già evidente, sempre per chi voglia vedere. In particolare è già sotto gli occhi di tutti che è il Sovrastato (il Mercato) che comanda.

Tutto ciò, dice Barnard e anche questo è un dato oggettivo, è stato architettato con il Trattato di Lisbona attraverso cui, i rappresentanti dei rispettivi Paesi (per l’Italia Prodi e d’Alema), è stato istituito uno strumento equivalente alla Costituzione Europea senza però alcuna consultazione referendaria dei popoli dell’Unione.
Dunque siccome non sarebbe mai stata approvata una Costituzione Europea direttamente dal Popolo, semplicemente gli si è cambiato nome: è uscita dalla porta ma è entrata dalla finestra. Questo che piaccia o no è un fatto gravissimo anche se non immediatamente tangibile perché rappresenta un Golpe Europeo operato dal Gotha finanziario ed il tutto si sta consumando nel silenzio totale: dolorosissimi saranno gli effetti che determinerà questo evento.

Va precisato subito che il primo aspetto (modalità di gestione del Danaro) non è disgiunto dal secondo (Perdita di potere dei popoli) ma ne è la logica conseguenza.
E’ sotto gli occhi beati di tutti che, il Sovrastato (Mercato), dopo:
1- aver eliminato la corrispondenza fisica Oro-Banconota,
2- aver standardizzato la Moneta con una unica Europea:  con la successiva dematerializzazione del Danaro.
Si potrebbe religiosamente paragonare il fatto che il Danaro è lo Spirito Santo della situazione in quanto dietro di esso non ci sarà neppure la banconota. In pratica la Banconota come supporto fisico del Danaro, cesserà di esistere.

Chiaramente, una volta dematerializzato il danaro, tutti saranno obbligati a transare attraverso la Banca (già oggi in parte è così) per mezzo di carta di credito e/o comunque di un codice, un numero: l’IBAN.
In breve, si introduce come soggetto determinante per l’esistenza delle persone, la figura della Banca (di cui tutti noi abbiamo gran fiducia…)

Questo fatto sarà inevitabile e porterà al totale controllo, puntuale e selettivo  delle Società.

Per questa ragione gli organismi di rappresentanza del popolo saranno via via polverizzati.

Monti, che piaccia o no, ha sostituito gente che per quanto ributtante e spregevole era comunque stata eletta dalla Massa stessa.

Sono 3 i fatti nuovi reali, concreti e sconvolgenti introdotti dalla dittatura del Mercato di cui Monti è l’elegante Sir:

1- eliminazione della rappresentanza popolare in nome del Mercato;
2- eliminazione progressiva del danaro contante;
3- obbligo di avere durante l’esistenza dell’individuo un elemento chiamato Banca: nessun altro potrà gestire il Danaro. Danaro che si badi bene rappresenta anche e soprattutto Riserva di Valore dell’individuo (Risparmi, Scorta di derrate alimentare, acqua, ecc…)

Chiaramente la Massa deve essere opportunamente distratta.
Ella pensa che esista la fantascienza quando invece la Realtà l’ha già abbondantemente superata.

Oggi siamo abbondantemente in grado di controllare le Vite degli individui non solo dal cellulare e carta di credito ma in modo ben più invasivo, puntuale e al tempo stesso anche in modo massivo e globale.

Questa crisi realizzata ad arte e cristallizzata su misura, servirà per mettere in ginocchio la gente: sarà la Massa ad invocare il maggior controllo in nome di maggior giustizia sociale nei confronti del malaffare (evasione fiscale, corruzione, mafie) che, per quanto possa sembrare incredibile, sono state lasciate deliberatamente proliferare ad arte proprio da chi oggi offre la “dolorosa e inevitabile“ soluzione.

osservo poi stupefatto che K. Marx sul Capitale Libro I cita due brani della Bibbia accostandoli, tratti dall’Apocalisse il 17-13 ed il 13-17 che recitano:

“Essi avevano un sol pensiero e davano la loro forza e il loro pensiero alla Bestia. E che nessuno possa comprare o vendere se non chi abbia il carattere, il nome della Bestia o il suo numero”.

La Bestia è ovviamente il Mercato che in definitiva e a ben vedere, siamo noi stessi in qualità di cliente.

Negli anni 30 per effetto della meccanizzazione dell’agricoltura la Merce Uomo era sovrabbondante e milioni furono i disoccupati. Il Capitale non riusciva più a rigenerarsi nello sfruttamento del lavoro.
L’unico settore profittevole rimase il settore bellico che, da una parte assicurava l’eliminazione della Massa ridondante, dall’altra la distruzione che avrebbe dato luogo alla ripresa (ricostruzione).
In effetti se si sentono i discorsi dei professoroni della Ab-bocconi parlano tutti della magica epopea economica che seguì il dopoguerra… come edificante esempio di ripresa economica.
Oggi tutti invocano e portano ad esempio quel periodo… “peccato” che la guerra la dobbiamo ancora vivere e non sono certo le scaramucce delle Borse che possono essere considerate “terza guerra mondiale” ma sono proprio queste scaramucce che invece stanno preparando il terreno al vero scontro.

Nello specifico possiamo osservare che, negli anni 30 prese piede il nazismo di cui i campi di concentramento sono ampia e terribile testimonianza ma nessuno si chiede come fece Adolf Hitler nel bel mezzo della più grande crisi economica mondiale a raccogliere i fondi per raggiungere lo scopo.
Semplicemente furono le Banche del tempo, che prestarono il danaro per quella sciagurata impresa: Gli stessi che oggi troviamo dietro la FED, che stanno pilotando la crisi odierna.

Piacente o nolente si arriverà ancora ad un unico Dominante di Sistema che dominerà il Mondo, historia docet.

Buona fortuna.