di Francesco Alberoni
Tratto da Il Corriere della Sera del 11 maggio 2009

Negli anni Settanta, i sessuologi preannunciavano un mondo da cui sarebbe scomparsa la gelosia. Quel mondo oggi si è realizzato.

Le ragazze incominciano a fare all’amore adolescenti, tutti hanno a disposizione libri, tv, filmati, manuali di educazione sessuale. A trent’anni oltre la metà dei maschi e delle femmine hanno gia alle spalle due o più convivenze. Eppure la gelosia esiste e ci sono ancora delitti passionali. Questo ci dice che la gelosia, sebbene abbia a che fare con il sesso, non le appartiene totalmente. Se le persone avessero fra di loro rapporti puramente sessuali non ci sarebbe gelosia. Perché nel sesso ci sono delle preferenze, ma mai delle esclusività. Qualsiasi «oggetto sessuale» può venir sostituito con un altro, come avviene con le prostitute, nelle orge, nello scambio di coppia, nel gruppo. La gelosia appare solo con l’esclusività e questa nasce quando non viene dato valore al corpo o a un qualsiasi aspetto particolare, ma alla persona nel suo complesso. Noi tutti desideriamo essere giudicati individui unici, insostituibili, preferibili a chiunque altro. Però questo miracolo avviene solo in due casi. Quando siamo bambini con nostra madre e quando ci innamoriamo. Nell’innamoramento la persona amata non è confrontabile con nessun’altra — atopos la chiama Roland Barthes — è l’unica che vale più di ogni altra in tutto il mondo ed è solo lei che, amandoci, può darci valore e renderci felici. È per questo che l’abbandono e il tradimento sono devastanti. Essi ti dicono che non vali nulla, sei l’ultimo della terra.

Si capisce perché, di fronte ad una frustrazione così forte, molti pensino al suicidio o all’omicidio. Cosa pericolosa soprattutto per le donne perché di solito sono loro che decidono se continuare o no la relazione di coppia ed i maschi spesso non accettano la rottura e reagiscono in modo violento.

E il sesso come c’entra? Nella gelosia il sesso diventa ciò che di esclusivo l’amante dà alla persona che ama. Il simbolo stesso della fedeltà e del tradimento. La nostra epoca è disinibita ma il nostro animo non è cambiato. Abbiamo solo separato sesso e amore. Il sesso da solo si presenta come gioco erotico libero, leggero e che svanisce con niente. Ma non appena si unisce all’amore diventa esclusivo esigente e intollerante. Ti afferra nella tua essenza di individuo, si radica nella tua mente, e se ti ha dato l’estasi, ora può lacerarti il cuore.