È stato liberato in Iraq Namir Nadhim Gourguis, l’insegnante  cristiano di 32 anni rapito in una scuola elementare di un villaggio vicino a Kirkuk il 14 maggio scorso da un gruppo armato. Lo riferisce AsiaNews, precisando la mediazione con i capi tribù e la collaborazione fornita dagli imam locali si è dimostrata decisiva per ottenere il rilascio del giovane e che ai rapitori non è stato versato alcun riscatto.

La collaborazione fra la comunità cristiana, il mondo arabo e i capi tribù è stata fondamentale per ottenere la liberazione di Namir, per il cui rilascio si era subito impegnato anche mons. Louis Sako, arcivescovo di Kirkuk. “Oggi è un giorno di festa per la comunità cristiana – ha detto monsignor Sako- Dopo 8 giorni Namir è libero. Ringraziamo Dio -ha aggiunto- oggi la gioia regna sulla comunità cristiana di Kirkuk”.

da Avvenire