di Magdi Cristiano Allam da www.ioamolitalia,it

Io amo l'Italia: si torni al più presto al voto con una nuova legge elettorale e vera par condicio

Io amo l’Italia, il Movimento politico di Magdi Cristiano Allam, chiede di tornare al più presto al voto con una nuova legge elettorale che ripristini il voto di preferenza che assicura il rapporto fiduciario tra l’elettore e l’eletto, e con una vera par condicio che consenta agli italiani di conoscere correttamente l’insieme dei soggetti politici e i loro programmi affinché possano scegliere sulla base della piena consapevolezza.

Io amo l’Italia considera che dalle urne è uscita sconfitta l’Italia travolta dal voto di protesta di Grillo e dall’astensionismo, è stata bocciata la dittatura finanziaria di Monti, è stata una vittoria di Pirro di Bersani e un colpo di coda di Berlusconi. Il risultato è la paralisi dell’Italia con il successo di misura della Sinistra alla Camera e un sostanziale equilibrio al Senato. Tutto è andato secondo le previsioni: grazie alla travolgente avanzata di Grillo, Destra e Sinistra saranno costretti a riaffidare a Monti la guida del Governo.

Complessivamente queste Elezioni segnano uno spartiacque rispetto al passato, gettando l’Italia nella morsa, da un lato, della demagogia populista e distruttiva di Grillo e, dall’altro, dell’incertezza sulle intenzioni del Pd, del Pdl e della Scelta Civica di Monti. Di fatto questi partiti sono condannati a coalizzarsi dando vita a un nuovo governo di unione nazionale se non vogliono che si torni immediatamente al voto. D’altro canto hanno già governato insieme per 13 mesi sotto la guida di Monti, con un risultato disastroso che si è tradotto nel raddoppio della povertà tra gli italiani e un colpo letale all’economia reale con il fallimento di 1 impresa ogni 1,5 minuti. Questo precedente estremamente negativo potrebbe dissuaderli dal ripetere l’esperimento per non perdere nuovi consensi e favorire l’ulteriore crescita del voto di protesta e dell’astensionismo.

Io amo l’Italia aveva pronosticato correttamente questo scenario attribuendolo ad una strategia, la cui regia occulta è dei poteri finanziari forti che ci hanno imposto Monti come garante del riciclaggio dei titoli derivati che hanno intossicato le nostre banche e istituzioni, avviando un processo di liquidazione della democrazia sostanziale nel nostro Paese, costringendo i partiti a svilire la propria identità e il Parlamento a auto-commissariarsi, concedendo una delega in bianco al quadriumvirato Monti, Alfano, Bersani e Casini. La crescita a dismisura di Grillo è stata favorita intenzionalmente dandogli una straordinaria visibilità che gli ha consentito di trasformarsi nel catalizzatore del voto di protesta e di fatto il più fenomenale sfogatoio della frustrazione e della rabbia degli italiani che al 41% non arrivano a fine mese, di cui 12 milioni vivono in condizioni di povertà e 6,2 milioni fanno letteralmente la fame. Grillo ha raccolto il voto di protesta anche degli imprenditori che muoiono a causa di uno Stato ladrone e aguzzino, che impone il più alto livello di tassazione al mondo e  non restituisce loro 100 miliardi di debiti contratti dalla Pubblica amministrazione.

Il punto è che il Movimento 5 Stelle è frutto di un’operazione virtuale, i suoi rappresentanti si sono conosciuti e sono stati eletti in Internet, il suo programma è un insieme di slogan altisonanti ma del tutto estranei alla realtà. Di fatto è una dittatura personale in cui tutto ruota attorno a Grillo. Ecco perché riteniamo che si tratta di un fenomeno transitorio che si sgretolerà non appena i deputati e i senatori grillini, messi a confronto con i problemi concreti, dimostreranno la loro inadeguatezza.

A questo punto noi di Io amo l’Italia dobbiamo esserci per offrire all’Italia e agli italiani un’alternativa alla dittatura finanziaria, alla Partitocrazia, alla demagogia populista e distruttiva, infine all’astensionismo. Da oggi Io amo l’Italia riprende l’impegno politico per dare il proprio contributo alla rinascita dell’Italia con un nuovo modello di Stato, Sviluppo e Società che mettano al centro la persona e i valori. Insieme a tutti gli italiani di buona volontà ce la faremo!