L’ex sindaco di New York interviene con un commento sul Jerusalem  Post sullo scandalo pedofilia, i media e gli attacchi alla Chiesa cattolica. “Il troppo è troppo”. “Manifestazioni di anticattolicesimo”.

Vi offriamo alcuni brani dell’editoriale di Ed Koch sul Jerusalem Post, nella nostra traduzione:

Credo che i continui attacchi da parte dei media alla Chiesa cattolica e a Papa Benedetto XVI siano diventate manifestazioni di anti-cattolicesimo. La sequela di articoli su gli stessi eventi non ha più, a mio parere, lo scopo di informare, ma semplicemente dir punire. La molestia sessuale dei bambini, principalmente maschi, è orrendo. Su questo sono d’accordo tutti, i cattolici, la Chiesa stessa, così come i non cattolici e i media. Il Papa in varie occasioni, a nome della Chiesa, ha ammesso errori e ha chiesto perdono. Per esempio, Il New York Times riferito il 18 aprile 2008, che il papa “si trovò faccia a faccia con uno scandalo che ha lasciato ferite duraturo sulla chiesa americana giovedì, e tenne una riunione a sorpresa con più vittime di abusi sessuali da parte di sacerdoti nella zona di Boston …. ‘ Nessuna mia parola potrebbe descrivere il dolore ed il danno recati da tale abuso, ‘ha detto il Papa nella sua omelia.’ E ‘importante che a quanti hanno sofferto sia riservata un’amorevole attenzione pastorale.’ ” Il 20 marzo 2010, Il Times ha riportato nella sua ottava pagina la lettera pastorale ai cattolici irlandesi, in cui il Papa scriveva: “Avete sofferto gravemente, e mi dispiace davvero … La vostra fiducia è stata tradita e la vostra dignità è stata violata”. Il papa ha anche “criticato i vescovi d’Irlanda per ‘gravi errori di giudizio e per fallimenti nella leadership'”. La spiegazione principale per gli abusi che sono accaduti – e questo non per giustificare il fatto di aver mantenuto nella loro posizione dei preti il che ha permesso loro di continuare a danneggiare i bambini – è stata la convinzione che i sacerdoti potevano essere curati con la psicoterapia, una teoria da tempo scartato dalla professione medica. Purtroppo, è anche probabile che anni fa l’abuso dei bambini non sia stato preso sul serio come oggi. Grazie a Dio abbiamo fatto passi avanti su questo tema. Molti di coloro che nei media, che stanno attaccando la Chiesa e il papa oggi chiaramente lo fanno con piacere, e alcuni con malizia. Il motivo, credo, per i continui assalti è che ci sono molti nei media, e alcuni cattolici, così come molti nel pubblico, che sono contrari e si sentono irritati dalle posizioni della Chiesa, tra cui l’opposizione a tutti gli aborti, l’opposizione al sesso gay e al matrimonio tra persone dello stesso sesso, il mantenimento delle regole di celibato per i sacerdoti, l’esclusione delle donne dal clero, e ad altre cose. Un mio buon amico, il Cardinale O’Connor, una volta mi disse: “La Chiesa non è un salad bar, in cui puoi selezionare e scegliere ciò che ti piace.” La Chiesa ha il diritto di esigere rispetto di tutti i suoi obblighi religiosi dai suoi fedeli, e il diritto di mantenere ciò in cui crede.. Non sono d’accordo con la Chiesa su tutte queste posizioni. Tuttavia, si ha il diritto di tenere questi punti di vista secondo le proprie credenze religiose. Non sono d’accordo con molti principi dell’ebraismo ortodosso – la religione della mia nascita – e ho scelto di seguire i principi del giudaismo conservatore. Gli Ebrei ortodossi, come la Chiesa cattolica romana, possono chiedere un’assoluta obbedienza alle regole religiose. Chi non vuole aderire è libero di andarsene. Credo che la chiesa cattolica sia una forza positiva nel mondo, non negativa. Inoltre, l’esistenza di un miliardo, 130 milioni di cattolici in tutto il mondo è importante per la pace e la prosperità del pianeta. È troppo è troppo. Sì, atti terribili sono stati commessi da membri del clero cattolico. La Chiesa ha pagato miliardi per le vittime negli Stati Uniti e pagherà milioni, forse miliardi, per altre tali vittime in tutto il mondo. Sta cercando disperatamente di espiare il suo passato con le sue ammissioni e con i cambiamenti nelle procedure per trattare i preti pedofili. Chiudo con una parafrasi delle parole di Gesù, come indicato in Giovanni 8:7: Chi è senza peccato tra voi, scagli la prima pietra.

Marco Tosatti

San Pietro e dintorni – 9 aprile 2010