Secondo volume di “Gesù di Nazaret”

CITTA’ DEL VATICANO, lunedì, 10 maggio 2010 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha concluso il secondo volume dell’opera “Gesù di Nazaret”, che è già stato consegnato nei giorni scorsi agli editori incaricati della pubblicazione.

Una nota della Sala Stampa della Santa Sede spiega che il testo riprende dal punto in cui finiva il primo volume, la Trasfigurazione di Cristo. Il primo libro, un successo editoriale, è stato pubblicato nell’edizione originale nell’aprile 2007, in coincidenza con gli 80 anni di Benedetto XVI.

Secondo quanto spiega il Vaticano, “l’originale tedesco è stato affidato allo stesso tempo a Manuel Herder – l’editore che sta curando l’opera completa (“Gesammelte Schriften“) di Joseph Ratzinger – e a Don Giuseppe Costa, Direttore della Libreria Editrice Vaticana. Sarà quest’ultima – come editore principale – a provvedere alla concessione dei diritti, a pubblicare l’edizione italiana e ad affidare il testo ad altri editori per le diverse traduzioni nelle varie lingue, che saranno condotte direttamente sull’originale tedesco”.

“Si auspica che la pubblicazione del libro avvenga in modo contemporaneo nelle lingue di maggiore diffusione; essa quindi, per quanto rapida, richiederà ancora diversi mesi, dati i tempi necessari alla traduzione accurata di un testo tanto importante e atteso”, aggiunge la nota informativa della Santa Sede.

Nell’introduzione al primo volume di “Gesù di Nazaret”, il Papa spiega che “questo libro non è in alcun modo un atto magisteriale, ma è unicamente espressione della mia ricerca personale del ‘volto del Signore’ (cfr. Sal 27,8). Perciò ognuno è libero di contraddirmi. Chiedo solo alle lettrici e ai lettori quell’anticipo di simpatia senza il quale non c’è alcuna comprensione”.

Il testo è firmato con il nome composto Joseph Ratzinger/Papa Benedetto XVI.

I volumi erano stati iniziati dal Cardinale Ratzinger nel 2003, quando era prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.