Messaggio ai membri del Rinnovamento Carismatico Italiano

RIMINI, martedì, 5 maggio 2009 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha fatto giungere al Rinnovamento Carismatico un telegramma in cui auspica per questo movimento ecclesiale una “copiosa effusione dei doni del Paraclito” durante la riunione nazionale celebrata a Rimini questo fine settimana.

Si tratta del 32° incontro nazionale del Rinnovamento Carismatico in Italia, e vi hanno partecipato 20.000 membri, presieduti dal responsabile del movimento, Salvatore Martinez, con la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il Cardinale Angelo Bagnasco.

Nel suo telegramma, firmato dal Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato, il Papa ha augurato al Rinnovamento Carismatico che questo incontro “susciti una rinnovata adesione a Cristo Crocifisso e Risorto, una profonda comunione fraterna e una gioiosa testimonianza evangelica”.

La riunione, durata tre giorni sul tema “Andate e proclamate al popolo tutte queste parole di vita”, vuole rappresentare, secondo quando ha detto il responsabile nell’intervento conclusivo, “un rinnovato invito all’evangelizzazione”.

“Siamo disposti ad offrire il nostro servizio a Dio – ha affermato Martinez -, siamo un popolo che ha trovato nuovo vigore nell’annuncio del Vangelo, in un mondo che ha bisogno di un autentico rinnovamento spirituale”.

“Abbiamo il dovere di rinnovarci sempre – ha aggiunto -. La Chiesa è in movimento, il Rinnovamento è un movimento e tutti siamo il movimento dello Spirito nella storia. Dobbiamo essere ‘a favore del vento’, perché chi va contro il soffio vitale dello Spirito è insensato”.

La convocazione è stata inaugurata dal Cardinal Bagnasco, che ha chiesto al Rinnovamento Carismatico di continuare “ad essere fermento e luce nel costruire la storia e la società”. Era presente anche il Cardinale Cláudio Hummes, prefetto della Congregazione per il Clero, che ha presieduto l’Eucaristia conclusiva.