Il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna ha  confessato pubblicamente di essersi sbagliata  nel suo passato sulle opinioni in tema di gay. Una scelta coraggiosa e della quale le va dato atto, ma decisamente incompatibile con la condotta di un Ministro appartenente ad un Governo che, almeno sulla carta ( ma bisogna vedere in fatti e comportamenti personali) si proclama sensibile ai valori cattolici. Chiediamo il parere al vescovo Emerito di Alghero, Monsignor Antonio Vacca: ” é fuori  discussione che la omosessualità non sia coerente con il cristianesimo e con la condotta ispirata ad una sana visione della vita e dunque non comprendo la opportunità di talune dichiarazioni. Che non sia giusto discriminare é legittimo, che tutti gli esseri umani meritino delicatezza e rispetto, anche. Ma di qui a fare la apologia della omosessualità ne corre. Insomma, il ministro poteva risparmiarsela quella dichiarazione”. A  …

… che cosa si deve?: ” sa, la politica é ricerca del consenso anche a buon mercato. Esiste la convenienza politica e l’ appoggio dei gay é importante, vista la loro influenza. Sono certo che in realtà il ministro non la pensi esattamente così”.

Ma lei rappresenta un Governo che si é sempre dichiarato vicino ai valori cattolici: ” la laicità é importante e va rispettata. Certo, dichiarazioni del genere non sembrano derivare da una etica che la Chiesa possa apprezzare. Poi bisogna vedere nei fatti quanto ci sia di cattolico nelle singole persone”.

Eccellenza, ci avviciniamo alla solennità della Pentecoste, che cosa significa?: ” che dopo l’ Ascensione, che di fatto é l’ anticipazione della Pentecoste, arriva lo Spirito Santo sui Discepoli. Dio é amore e questo amore infinito infiamma i discepoli a tal punto da fargli vincere il timore delle persecuzioni e a pronunciare apertamente la Parola di Dio. L’ amore di Dio, quando vero, riesce a muovere le montagne, elimina gli ostacoli. E lo Spirito Santo é amore allo stato puro”.

Dunque l’ uomo ha bisogno di amore: ” certo. L’ uomo vive di amore sia ricevuto, che dato. Un uomo che non ama é arido, non sa coltivare le virtù. Il cristianesimo é amore, carità, vicinanza a chi soffre. Il vero, autentico cristiano, segue Cristo senza alcuna esitazione. Ripetendo una bella espressione del Papa, i cristiani diventino amici di Cristo, di Lui possono fidarsi ciecamente, Dio non inganna, gli uomini ,sì”.

Esiste un rischio diplomazia, ovvero di accomodamento tra i cristiani: ” esiste. A volte siamo troppo timidi e paurosi di proclamare la verità anche se scomoda, ma Cristo non era politicamente corretto, Lui, sia pur con carità, non faceva il diplomatico e parlava molto chiaro: sì quando era sì, no quando era no”.

Bruno Volpe