Prima del 2011 percorrerà la Spagna

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì, 18 febbraio 2009 (ZENIT.org).- Il 5 aprile, Domenica delle Palme, Benedetto XVI consegnerà la croce e l’icona delle Giornate Mondiali della Gioventù (GMG) ai giovani dell’Arcidiocesi di Madrid, che accoglieranno l’incontro nell’estate del 2011.

Seguendo la tradizione, la consegna della croce avrà luogo durante la celebrazione eucaristica in Piazza San Pietro in Vaticano. Per prepararsi all’avvenimento, la Delegazione per l’Infanzia e la Gioventù dell’Arcidiocesi di Madrid (http://www.deleju.org) ha organizzato un pellegrinaggio a Roma di giovani con più di 15 anni “che si sentano chiamati a impegnarsi nella preparazione e nella celebrazione della GMG di Madrid 2011”.

La delegazione madrilena sarà presieduta dall’Arcivescovo, il Cardinale Antonio María Rouco Varela.

Il programma degli atti previsti a Roma inizierà alle 20.00 di venerdì 3 aprile con la celebrazione dell’Eucaristia a San Lorenzo in Damaso, di cui il Cardinale Rouco è titolare.

Sabato 4 aprile, alle 10.00, è prevista la celebrazione dell’Eucaristia e alle 19.00 la celebrazione della Riconciliazione. Il giorno dopo, i pellegrini madrileni arriveranno in Piazza San Pietro in prima mattinata per assistere alla celebrazione eucaristica e in seguito alla cerimonia di consegna della croce.

Lunedì 6 aprile, alle 10.00, il Cardinale Arcivescovo di Madrid presiederà un’Eucaristia nella Basilica di San Paolo, mentre martedì 7, alle 10.30, si celebrerà l’Eucaristia nel Santuario della Madonna del Rosario, a Pompei.

La croce delle Giornate Mondiali della Gioventù è stata affidata da Giovanni Paolo II nel 1984, al termine dell’Anno Santo della Redenzione, in cui la grande croce di legno (3,80 metri) era stata collocata accanto all’altare maggiore della Basilica di San Pietro in Vaticano.

Da allora, dei giovani ha percorso il mondo. Tradizionalmente viene accolta dagli organizzatori della Giornata, che con i giovani si incaricano di programmare il pellegrinaggio della croce per il Paese.

Per ulteriori informazioni, [email protected]