Citta’ del Vaticano, 28 gen. (Adnkronos)

Anche il Patriarcato di Mosca, attraverso il suo responsabile per le relazioni estere, l’arcivescovo Hilarion, ha indirizzato un messaggio ai partecipanti all’ultima sessione dell’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, tenutasi dal 25 fino al 29 gennaio, per testimoniare la propria opposizione alla risoluzione con la quale venivano condannate le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e si chiedeva il riconoscimento alle unioni fra persone dello stesso sesso. Solo che lo ha fatto con un documento pubblico, datato 26 gennaio.
Il Vaticano ha scelto un’altra strada, quella della lettera riservata inviata dal nunzio apostolico a Parigi, mons. Luigi Ventura, non a tutti i rappresentanti del Ppe presenti all’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, ma – secondo quanto apprende l’ADNKRONOS – solo a un gruppo selezionato di essi; fra questi alcuni francesi e olandesi, probabilmente anche alcun italiani.

© Adnkronos – 28 gennaio 2010