Misure di un’università cattolica filippina dopo la morte di due studenti

CAGAYAN DE ORO CITY (Filippine), martedì, 9 giugno 2009 (ZENIT.org).- Il rettore della Xavier University di Cagayan, nel sud delle Filippine, ha esortato gli studenti a partecipare ai programmi di formazione ai valori dell’ateneo e a coltivare i rapporti umani per prevenire i suicidi.

L’università, diretta dalla Compagnia di Gesù, vuole rispondere in questo modo ai primi due casi di suicidio tra gli studenti, avvenuti ad aprile e maggio.

Il rettore, padre Jose Ramon Villarin, SJ, ha anche invitato i familiari a partecipare ai programmi per “sviluppare valori positivi” che possano servire da modello per i figli, informa l’agenzia UCANews.

In alcuni poster appesi in tutto il campus, il governo centrale studentesco (CSG) dell’università ha indicato che le due morti sono “un richiamo all’attenzione per tutti noi”.

L’organismo studentesco ha chiesto ad amministratori, formatori, docenti e tutor dell’ateneo di rafforzare i loro programmi di consulenza.

“Chiediamo ai nostri formatori, tutor e professori di essere più attenti nell’osservare gli studenti” quando mostrano di trovarsi in difficoltà e di aiutarli ad affrontare la situazione con “la massima cura personale e guida professionale”, segnala il comunicato del CSG.

I leader studenteschi hanno anche esortato i genitori a “comunicare costantemente e accuratamente con i figli e ad aiutarli ad affrontare le loro esperienze”.

Rispondendo all’appello del CSG, padre Villarin ha annunciato che l’università proporrà misure per prevenire i suicidi nel corso 2009-2010, iniziato questo lunedì.

Concretamente, genitori e associazioni organizzeranno un programma di formazione ai valori.

L’équipe di pastorale dell’università offrirà inoltre una linea 24 ore su 24 per studenti che hanno bisogno di consigli o assistenza urgente.

L’ateneo introdurrà anche un “Programma di Speranza e Resistenza” di due semestri nel primo corso.

Padre Villarin ha segnalato che la “valanga di informazioni” nell’era di Internet e dei  nuovi mezzi di comunicazione fa sì che “coltivare le relazioni tra la famiglia e gli amici” sia sempre più importante.

Allo stesso modo, ha osservato che le aspettative dei genitori sui figli possono essere fonti di stress per gli studenti.

Da parte sua, l’Arcivescovo di Cagayan de Oro, il gesuita Antonio Ledesma, ex decano della Scuola di Agricoltura della Xavier University, ha espresso la propria preoccupazione per alcuni rapporti su web che insegnano come suicidarsi senza provare dolore.