da Vatican Insider

«Se i resoconti giornalistici corrispondono al pensiero di Blair, credo che debba fare un serio esame di coscienza e capire realmente dove c’è la coerenza tra i contenuti della fede e l’azione concreta che dev’essere fatta e svolta anche da un politico».

Così l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, commenta a l’appoggio dell’ex premier britannico Tony Blair, ora cattolico, alla legalizzazione dei matrimoni tra omosessuali voluta dal premier conservatore David Cameron.

Blair, responsabile per l’introduzione delle leggi sulla partnership civile per gli omosessuali e per aver abbassato l’età del consenso per un rapporto gay a 16 anni, si era finora tenuto fuori dal dibattito sui matrimoni tra persone dello stesso sesso. Qualche giorno fa, invece, è arrivata la svolta.