Dopo l’asilo che non distingue tra bambini e bambine e la proposta di eliminare l’espressione “donna incinta” perché discrimina i trans, arriva dal paese scandinavo un’altra notizia assurda.

da www.tempi.it 

WcI maschi devono fare la pipì seduti per ridurre la differenza tra i sessi. L’idea – per ora è una proposta di legge – arriva dalla Svezia, patria del politicamente correttissimo.

Il paese scandivano, in effetti, si era già nei mesi scorsi segnalato per altre iniziative di ugual tenore, tutte all’insegna della teoria del gender (che vorrebbe eliminare le differenze tra uomo e donna). Prima era stata la volta dell’asilo Egalia dove non ci sono più maschi né femmine, poi è stato il turno dei giocattoli neutri, quindi la messa al bando dell’omino di pan di zenzero perché razzista, infine la proposta di eliminare l’espressione “donna incinta” perché discriminatoria verso i transessuali.

Ebbene, ora è il turno del modo di fare pipì. La proposta di legge vorrebbe vietare ai maschi di rimanere in piedi davanti al water. Così si migliorerebbe l’igiene dei bagni pubblici e si educherebbero gli svedesi che nemmeno “i quei momenti lì” esiste una differenza tra uomini e donne.